Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri per le sue funzionalità. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate.


EMERGENZA SANITARIA - LETTERA APERTA AL MINISTRO DELL’AMBIENTE SERGIO COSTA

Egregio Ministro,

Tutta la filiera dei rifiuti è da anni in piena emergenza a causa di alcune criticità strutturali e il comparto del riciclo meccanico della plastica non fa eccezione, con una contrazione del 40 % delle attività. Nell’ultimo biennio peggiora anche il tasso di utilizzo della capacità produttiva e si sta perdendo competitività a vantaggio dei riciclatori stranieri che hanno conquistato stabilmente quote di mercato (non meno del 20% del mercato italiano di settore).

Infine la mancanza di marginalità economica impedisce alle nostre piccole-medie imprese industriali di investire in ricerca e sviluppo ed in nuove tecnologie penalizzando sempre più la produttività.La mancanza di interventi statali a favore di questo comparto, i noti problemi dell’esportazione, e non ultimi il crollo del prezzo della plastica vergine e le campagne Plastic Free, hanno creato una crisi proprio nel Paese leader mondiale nella tecnologia e impiantistica per il riciclo e nella qualità della MPS prodotta.

 In questo scenario l’emergenza sanitaria sta creando ulteriori problemi, in primis forza lavoro e movimentazione delle merci in esportazione, il tutto considerando che la filiera dei rifiuti comprende le attività che non possono assolutamente fermarsi in particolare in questo periodo.

 La strategia EU prevede un aumento del 400% del riciclo della plastica al 2030; se vogliamo restare in linea con gli altri Paesi che stanno cogliendo questa opportunità, abbiamo bisogno di essere veloci a crescere ed essere attrattivi dal punto di vista degli investimenti. I nostri competitors si avvalgono di azioni e riforme che gli altri Paesi EU hanno già iniziato a promuovere.

 Con questa lettera le imprese associate di ASSORIMAP vogliono CONDIVIDERE con il Ministro dell’Ambiente la gravissima situazione.

 

CORONA VIRUS - LA RESPONSABILITA' D'IMPRESA

C’è un mondo silenzioso che, in questa grande emergenza, con il suo lavoro, consente alle nostre città di mantenere un grande decoro a rispettare l’impegno di salvaguardare l’ambiente.
Sono migliaia le persone che, ogni mattina, nonostante la pandemia ed il rischio di contagio, scendono alle prime luci dell’alba per garantire che la filiera della raccolta, del recupero e del riciclo dei rifiuti urbani ed industriali non subisca un drammatico stop.

ARERA- Nuovi obblighi per gli operatori che gestiscono rifiuti urbani e assimilati.

Al fine di incentivare il miglioramento dei servizi di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti, omogeneizzare le condizioni nel Paese, garantire trasparenza delle informazioni agli utenti, ARERA ha pensato di utilizzare un  metodo tariffario servizio integrato di gestione dei rifiuti  che ha anche fissato gli obblighi di trasparenza verso gli utenti.

Plastic tax

La tanto discussa legge che introduce la tassa di 45 centesimi per chilogrammo di MACSI probabilmente non partirà a luglio 2020 (con primo pagamento trimestrale in ottobre). Esonerate le bioplastiche compostabili e la plastica riciclata (oltre a dispositivi medici e packaging di medicinali).

Linee Guida SNPA per attività ispettiva ISPRA in ambito end of waste

Presentata alle Associazioni di categoria la bozza delle Linee Guida realizzate dal Sistema nazionale per la protezione ambientale per la realizzazione di un piano armonizzato di esecuzione delle ispezioni nell’ambito dei processi di recupero o riciclaggio dei rifiuti da cui esitano materiali che hanno cessato di essere rifiuti.

I nostri partner

I nostri soci

C.F. 04138900156
Tutti i diritti riservati

Sede

Via Tagliamento, 25
00198 - Roma
(+39) 06 83772547

Contattaci

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.