news_recycle.jpg

Posizionamento strategico ASSORIMAP

a tutela del comparto del riciclo della plastica per una reale economia circolare

Al fine di meglio promuovere e sviluppare l'economia circolare nel settore della plastica, della sua produzione, raccolta, selezione e riciclo, ASSORIMAP individua le seguenti priorità e le pone all'attenzione dei pubblici decisori.

1. RICICLABILITA' DI PRODOTTI E IMBALLAGGI
La progettazione dei prodotti e degli imballaggi plastici deve essere migliorata introducendo delle linee-guida sull'ecodesign per migliorare la riciclabilità e la riutilizzabilità degli stessi. Questo consentirà di ridurre sensibilmente i costi di gestione del sistema di raccolta/selezione/riciclo.

2. RACCOLTA E SELEZIONE DEI RIFIUTI
La quantità di raccolta e la qualità del rifiuto selezionato debbono crescere. La qualità del rifiuto selezionato è fondamentale per incrementare l'efficienza dell'economia circolare ed avrà un impatto di costo nel resto della filiera che aiuterà il sistema a finanziarsi.

3. DIVIETO DI CONFERIMENTO IN DISCARICA
Deve essere proibito l'avvio a discarica di rifiuti plastici. Questi sono risorse che possono essere riciclate o, qualora il recupero di materia non risulti possibile, termovalorizzate.

4. OBIETTIVI DI RICICLO PIU' ELEVATI
Più elevati sono gli obiettivi, maggiore sarà la motivazione a riciclare di più, con benefici immediati su ambiente ed economia.

5. MERCATO PER LA MATERIA PRIMA SECONDA
Lo sviluppo degli attuali mercati per le materie prime seconde deve essere agevolato ed eventuali ostacoli debbono essere rimossi. L'economia circolare può essere raggiunta solo attraverso uno sviluppo di mercati efficienti per le materie prime seconde. Questo può essere stimolato dal lato della domanda introducendo, per esempio, delle quantità minime obbligatorie in alcune categorie di prodotti.

6. CAPACITA' PRODUTTIVE
Una forte crescita nel senso dell'economia circolare deve prevedere anche un aumento delle capacità di riciclo, che portano con esse aumenti di occupazione e risparmi di emissioni di CO2. Deve essere previsto un sistema di supporto degli investimenti in tal senso. E' necessario, infatti, tutelare l'espansione delle capacità produttive nazionali del settore, come terminale maggiormente efficiente dal punto di vista ambientale, dello sforzo economico e di fattiva collaborazione dei cittadini alla raccolta differenziata.

C.F. 04138900156
Tutti i diritti riservati

Sede

Via Tagliamento, 25
00198 - Roma
(+39) 366 3164989

Contattaci

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.