Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri per le sue funzionalità. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate.

Le Associazioni del riciclo a Ecomondo, tra nuovo Regolamento imballaggi e capacità di innovare: tutte le sfide del settore.

Roma, 7 novembre 2022 - Assofermet, Assorimap e Unirima, le tre Associazioni nazionali del riciclo di metalli ferrosi e non ferrosi, plastica e carta, saranno protagoniste della 25ª fiera di Ecomondo dall’8 all’11 novembre a Rimini.

Momento centrale per il settore il convegno "L'industria del riciclo verso i nuovi target europei tra barriere non tecnologiche e spinta all'innovazione" in programma mercoledì 9 novembre alle 10 nella Sala Workshop, padiglione B1.

Con 4 mila impianti e 45.000 addetti, le imprese italiane del riciclo meccanico di carta, metalli e plastica sono impegnate quotidianamente su tutto il territorio nazionale per incrementare l’utilizzo circolare di materia, ma devono districarsi tra una burocrazia crescente, normative spesso non chiare, il mancato rispetto dei principi di concorrenza e la necessità di innovarsi per essere sempre più competitivi e far fronte alle sfide sempre più complesse dei mercati.

Per rispondere ai principi tracciati dalla Circular Economy e dal Green New Deal, le tre Associazioni chiedono interventi immediati che sostengano il settore e pongano tale importante comparto industriale dell’economia circolare, leader per produzione di EoW/MPS e che collocano l’Italia ai vertici europei per rifiuti riciclati, al centro delle politiche industriali e ambientali del nostro Paese e dell’Europa.

Questi i temi che saranno affrontati nel corso dell’evento che sarà introdotto della professoressa Silvia Serranti dell’Università La Sapienza di Roma. Interverranno successivamente il Presidente di Assorimap Walter Regis, la Vice presidente di Assofermet ed Euric Cinzia Vezzosi e il Direttore generale di Unirima Francesco Sicilia, per ribadire come tali comparti siano strategici nello sviluppo e promozione dell’economia circolare. Seguiranno i contributi di Francesco Costa di Co.Mer.Fer Srl, Remo Busaferri di B. For Pet Srl, Annamaria Buono di Calabria Maceri e Sevizi Spa, imprese aderenti alle tre Associazioni. L’evento sarà chiuso dal Segretario Generale EuRIC Emmanuel Katrakis, dal Presidente di PRE-Plastics Recyclers Europe Ton Emans, e da Mattia Pellegrini, Capo Unità della Direzione Generale dell'Ambiente - Economia Circolare - da Rifiuti a Risorse della Commissione Europea, per fare il punto sul quadro internazionale.

Di questo e altro si parlerà al convegno di mercoledì 9 novembre, che si svolgerà proprio mentre è in corso un ampio dibattito riguardo la proposta di Regolamento Ue sugli imballaggi, che potrebbe impattare sulle diverse filiere del riciclo.