Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri per le sue funzionalità. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate.

Assorimap: "Agevolazioni al riciclo chimico danneggiano economia circolare. Sostenibilità si favorisce con riciclo meccanico"

Comunicato stampa del 15 luglio 2021


Per sostenere lo sviluppo dell’economia circolare occorre puntare con forza sul riciclo meccanico della plastica. Non si possono condividere agevolazioni normative pro riciclo chimico, che costituisce un’attività per il recupero dei rifiuti certamente non performante per l’ambiente. Si tratta infatti di agevolazioni che genererebbero una disparità di trattamento e quindi di concorrenza tra i due settori. È il monito lanciato dall’Associazione Nazionale Riciclatori e Rigeneratori Materie Plastiche (ASSORIMAP/CONFIMI Industria). È infatti necessario perseguire gli obiettivi del riciclo agevolando le produzioni ecosostenibili di beni e imballaggi. Al contrario, creare percorsi semplificati per forme di recupero chimico risulta anacronistico e, soprattutto, fuori dalle politiche che ha tracciato l’Unione Europea e che legano la sostenibilità al riciclo della plastica, individuata come il vero cuore dell’economia circolare.

Proprio in quest’ottica il decreto in via di emanazione in materia di End of Waste sulle plastiche miste ha aperto preoccupanti scenari per lo sviluppo del riciclo meccanico delle plastiche e di conseguenza per la sostenibilità ambientale. Con la finalità di massimizzare il computo di riciclo effettivo in relazione ai nuovi obiettivi europei, la norma consente la cessazione della qualifica di rifiuto a materiali che necessiterebbero attività di recupero a cura di soggetti autorizzati. Vengono così poste le basi per gravi disparità tra le imprese che operano il riciclo meccanico delle plastiche, gravate da autorizzazioni, costi e controlli, e le attività del riciclo chimico, che sono completamente sollevate dagli stessi vincoli amministrativi ed economici.


Assorimap a Draghi: “Urgente cronoprogramma per valorizzare i 2,5 mld destinati dal PNRR all’economia circolare”

Appello delle imprese del riciclo della plastica: “Interventi entro l’estate per stimolare una ripresa economica sostenibile”

Per il comunicato stampa del 1° luglio 2021...

Recepimento Direttiva europea SUP: "Governo stabilisca obbligo di almeno 50% materiale riciclato in plastica monouso"

Il recepimento nazionale della Direttiva europea sulle plastiche monouso deve essere l'occasione per promuovere il riciclo meccanico della plastica.

Per il comunicato stampa del 21 giugno 2021...

Ennesimo rinvio per la plastic tax italiana

Arriva con il DL 25 maggio 2021, n. 73 - c.d. Decreto "Sostegni-bis" - l'ennesima proroga per la plastic tax. Il Decreto, in vigore dal 26 maggio 2021, rinvia infatti al 1° gennaio 2022 l'entrata in vigore delle disposizioni sul tributo per i manufatti in plastica con singolo impiego istituito dalla legge 160/2019.

"Le imprese del riciclo motore dell'economia circolare" - webinar del 25 maggio 2021

Si è tenuto lo scorso 25 maggio il webinar “Le imprese del riciclo motore dell’Economia Circolare”  promosso da Assorimap, Unirima e Assofermet, che ha visto la presenza di parlamentari delle Commissioni Ambiente di Camera e Senato per fare insieme il punto sul settore del riciclo ad un anno della sottoscrizione del "Manifesto del Riciclo a sostegno dell'economia circolare" da parte delle tre Associazioni.

I nostri partner

I nostri soci