Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri per le sue funzionalità. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate.

ECOMONDO 2022
Le Associazioni del riciclo: "Fare attenzione su regolamenti europei.Esportazioni strategiche per l’economia circolare italiana".

COMUNICATO STAMPA DEL 9 NOVEMBRE 2022

Normative europee stringenti, barriere non tecnologiche e limiti alle esportazioni rischiano di rallentare la corsa delle imprese protagoniste dei successi italiani nel comparto del recupero e riciclo della materia.

In occasione dell’incontro tenutosi a Rimini per la 25esima edizione di Ecomondo, Assorimap, Assofermet e Unirima - le tre associazioni nazionali del riciclo di plastica, metalli ferrosi e non ferrosi e carta - hanno ribadito la necessità di provvedimenti legislativi a tutela della concorrenza e a favore della circolarità della materia prima secondaria-end of waste prodotta in Italia, contestualmente ad un numero maggiore di investimenti nel settore che da anni pone il Paese al vertice delle classifiche europee per capacità di riciclo.

Al centro dell’evento “L'industria del riciclo: verso nuovi target europei tra barriere non tecnologiche e spinta all’innovazione, tenutosi nella cornice di Ecomondo, una profonda riflessione da parte degli operatori del settore sul nuovo regolamento europeo sugli imballaggi, sulle possibili conseguenze sulla filiera, sia in termini industriali che occupazionali, e in particolare sull’intenzione da parte della Commissione Ue di ricorrere ad uno strumento normativo che non lascia margini agli Stati membri, e per il quale il settore, che conta in Italia oltre 45mila lavoratori, auspica un confronto più approfondito per valutare con la dovuta attenzione gli impatti sulle filiere, produttive e del riciclo, e comunque un’applicazione con maggiore gradualità.

Ecomondo 2022: le video interviste di RiciclaTv

Interviste di RiciclaTv del 9 novembre 2022 a Walter Regis - Presidente ASSORIMAP, Ton Emans - Presidente Plastics Recyclers Europe, Mattia Pellegrini - Capo Unità della Direzione Generale Ambiente -  Economia Circolare - Da Rifiuti a Risorse della Commissione Ue, margine del convegno "L’industria del riciclo: verso i nuovi target europei tra barriere non tecnologiche e spinta all’innovazione” promosso dalle Associazioni del riciclo Assorimap, Assofermet e Unirima.

Pubblicato il nuovo Regolamento UE per le plastiche riciclate destinate al food contact

Il 10 ottobre 2022 è entrato in vigore il Regolamento (UE) 2022/16 del 15 settembre 2022 relativo ai materiali e agli oggetti di materia plastica riciclata destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari che abroga il Regolamento (CE) n. 282/2008.

Il Regolamento stabilisce obblighi e criteri per immettere sul mercato plastiche riciclate a contatto con gli alimenti provenienti da processi di riciclo di rifiuti. 

Energia, allarme ASSORIMAP: "Prezzi non più sostenibili, attività ridotte del 40%. Da giugno +440% in bolletta. Urgente introdurre price cap”

Abbiamo sospeso il 40% delle attività, perché i costi dell’energia non sono più sostenibili” - dichiarano le principali imprese che operano nel riciclo meccanico delle materie plastiche.

Alcuni impianti sono già chiusi, mentre altri sono rimasti operativi soltanto alcuni giorni della settimana, una conseguenza del caro bollette, che da giugno ad agosto sono aumentate del 440%

Pubblicato Studio JRC - Commissione UE per prossimo Regolamento UE per EoW flussi prioritari rifiuti plastici

E' stato recentemente pubblicato dalla Direzione Ambiente della Commissione Europea lo studio “Scoping and developing further end-of-waste (EoW) and by-product (BP) criteria” con l'obiettivo di identificare flussi prioritari di rifiuti per i quali vi sono le condizioni per la definizione della cessazione della qualifica di rifiuto o la definizione di sottoprodotto.