Skip to main content

Assorimap e Utilitalia chiedono al MASE il riconoscimento del riciclo delle plastiche nelle strategie di decarbonizzazione del Paese


Roma, 2 maggio 2024

ASSORIMAP, insieme ad Utilitalia, ha recentemente scritto al Ministro dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica Pichetto Fratin per evidenziare il ruolo strategico del riciclo delle materie plastiche nelle strategie di decarbonizzazione del Paese.

L'UE ha già affermato nei suoi indirizzi (Green Deal) l'apporto di questo settore industriale, ed ha voluto anche allineare gli strumenti di finanziamento delle Risorse Proprie agli obiettivi della Strategia europea per la plastica, prevedendo dal 2021 un contributo da ogni Stato membri pari a 800 €/t e calcolato sui rifiuti di imballaggi in plastica generati e non riciclati (cd. "plastic tax europea"). 

L'invito per il MASE da parte delle due Associazioni è quello di riconoscere i benefici ambientali connessi al riciclo delle plastiche (riduzione emissioni CO2), come già evidenziato attraverso una pubblicazione del JRC dell'UE, attraverso strumenti in grado di "premiare" l'azione virtuosa delle imprese impegnate nel recupero di materia, soprattutto alla luce delle recenti criticità vissute dal comparto (competizione con materie prime vergini o pseudo-riciclate, provenienti da competitors extraeuropei che spesso non rispondono agli standard ambientali e industriali richiesti agli operatori intra-UE).

Assorimap e Utilitalia hanno quindi proposto l'istituzione di un Tavolo tecnico ministeriale atto ad approfondire le possibili soluzioni, dichiarandosi disponibili ad offrire il proprio contributo sulla materia.


Settimo rinvio per la plastic tax: proroga di due anni con nuova decorrenza al 1° luglio 2026

Dopo il voto favorevole in Senato, passa anche alla Camera il disegno di legge di conversione del DL Superbonus, che introduce l'ennesima proroga per la tassa sui "manufatti con singolo impiego" introdotta per la prima volta dalla Legge di Bilancio 2020 e mai partita.

La decorrenza dell'imposta slitta ora dal 1° luglio 2024 al 1° luglio 2026.

PPWR: “l’Ecodesign è la risposta al riciclo della plastica. Ora siano sensibilizzati i consumatori”

Ideazione, progettazione, produzione, utilizzo e riciclo. Sì, l’ecodesign è a nostro avviso una risposta forte e concreta al riciclo meccanico delle plastiche”, Così il Presidente Assorimap commentando positivamente l’approvazione in Parlamento UE del nuovo Regolamento Imballaggi. “Come Associazione di imprese riciclatori delle plastiche siamo inoltre felici che sia stata recepita la nostra proposta di inserire un contenuto minimo obbligatorio di riciclato”.

Per il comunicato stampa del 29/04/24...

"Nel riciclo l'Italia è all'avanguardia. E così si riducono le emissioni di CO2": intervista al Presidente Regis su La Verità del 18/03/24

Il riciclo della plastica appare un segmento strategico, come emerso chiaramente dal recente report del JRC della Ue, che analizza i relativi effetti ambientali: il riciclo di una tonnellata di plastica, in luogo di un mix di incenerimento e smaltimento, consente i risparmio in termini di emissioni stimate tra le 1,1 e le 3,5 tonnellate di CO2 equivalente

Spedizioni rifiuti; Assorimap: "Bene il Regolamento, ora il Governo lavori a politiche attive per lo sviluppo del comparto"

Con le nuove norme più rigorose per proteggere ambiente e salute, Assorimap promuove il regolamento europeo sulla spedizione dei rifiuti. Ferma restando la libera circolazione delle MPS prodotte secondo standards conformi a norme tecniche – il Regolamento norma le spedizioni transfrontaliere distinguendo i rifiuti destinati ad operazioni di recupero e di smaltimento intra U.E., in Paesi OCSE e non OCSE.

Per il comunicato stampa del 07/02/24...