Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri per le sue funzionalità. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate.

Direttiva europea sulla plastica monouso, quasi ultimato l'iter di recepimento

Come noto, con la Legge 22 aprile 2021, n. 53 recante “Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea - Legge di delegazione europea 2019-2020” (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 97 del 23 aprile 2021), l’Italia ha recepito la Direttiva 904/2019 (https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:32019L0904) sulla riduzione dell'incidenza di determinati prodotti di plastica sull'ambiente, cosiddetta "Single use plastics Directive.

Con l’Articolo 22 della stessa Legge di Delegazione sono stati prescritti i seguenti criteri:

  • garantire una riduzione duratura del consumo dei prodotti monouso di cui trattasi (Parte A Allegato della Direttiva);
  • incoraggiare l'uso di prodotti sostenibili e riutilizzabili, alternativi a quelli monouso comunque realizzati, per quanto riguarda i materiali destinati a entrare in contatto con alimenti;
  • ove non sia possibile l'uso di alternative  riutilizzabili  ai prodotti di plastica monouso destinati ad  entrare  in  contatto  con alimenti (Parte B Allegato alla Direttiva), prevedere  la  graduale  restrizione  all'immissione nel mercato dei medesimi nel  rispetto dei termini temporali previsti dalla suddetta direttiva (UE)  2019/904, consentendone l'immissione sul mercato qualora realizzati in plastica biodegradabile e compostabile certificata conforme allo standard europeo della norma UNI EN  13432 e con percentuali crescenti di materia prima rinnovabile;
  • adottare misure volte a informare e sensibilizzare i consumatori e a incentivarli ad assumere un comportamento responsabile al fine di ridurre la dispersione dei rifiuti derivanti dai prodotti contemplati dalla direttiva;
  • includere i bicchieri di plastica tra i prodotti monouso;
  • introdurre una disciplina sanzionatoria effettiva, proporzionata e dissuasiva per le violazioni dei divieti e delle altre disposizioni.

Attualmente il nostro Governo - in ritardo rispetto al termine del 3 luglio u.s. prescritto dalla Direttiva U.E. - ha predisposto il testo per recepire sostanzialmente le disposizioni della Direttiva 904/2019; il Consiglio dei Ministri ha approvato il citato testo in data 5 agosto u.s. e lo ha inviato (Atto del Governo n.291) alle competenti Commissioni Parlamentari del Senato e della Camera in sede referente, per il relativo parere entro il prossimo 16 settembre.