Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri per le sue funzionalità. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate.

Credito di imposta per acquirenti di prodotti da riciclo e riuso per l'anno 2020: Decreto attuativo in G.U.

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 297 del 15 Dicembre 2021 il Decreto 6 ottobre 2021 recante «Disposizioni attuative del credito di imposta sui prodotti da riciclo e riuso» che definisce i requisiti tecnici e le certificazioni idonee ad attestare le tipologie di materie e prodotti riciclati che hanno accesso all’agevolazione, nonché i criteri e le modalità per la fruizione del credito d'imposta.

Il Decreto attua le previsioni dell'art. 26-ter, comma 1, del decreto-legge 30 aprile 2019, n.34, convertito con modificazioni dalla legge 28 giugno 2019, n. 58 recante «Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi» secondo cui:

“Per l'anno 2020, è riconosciuto un contributo pari al 25% del costo di acquisto di: a) semilavorati e prodotti finiti derivanti, per almeno il 75% della loro composizione, dal riciclaggio di rifiuti o di rottami; b) compost di qualità derivante dal trattamento della frazione organica differenziata  dei rifiuti».

Tale contributo è destinato alle imprese e ai soggetti titolari di reddito di lavoro autonomo acquirenti dei beni elencati in precedenza, a condizione che tali beni siano effettivamente impiegati nell'esercizio dell'attività economica o professionale.

Il contributo è riconosciuto sotto forma di credito d'imposta, fino ad un importo massimo annuale di euro 10.000 per ciascun beneficiario, nel limite complessivo di 10 milioni di euro per l'anno 2020.

Gli interessati potranno presentare istanza tramite la piattaforma informatica Invitalia PA Digitale (https://padigitale.invitalia.it) a partire dalle ore 12.00 del 22 dicembre 2021 sino alle ore 12.00 del 21 febbraio 2022. 

A questo link la pagina dedicata sul sito del MiTE.